Blitz for Eyes Store

centri-ottici-blitz-for-eyes-occhiali-da-sole-e-da-vista-kenzo-canton-ticino

kenzo-occhiali-da-sole-e-da-vista-centri-ottici-blitz-for-eyes

KENZO OCCHIALI

Le montature vista e sole Kenzo riprendono appieno la filosofia stilistica della nuova era Kenzo. Si ritrovano come costanti tante dicotomie e assonanze per creare una anima assolutamente contemporanea dai profondi ancoraggi con le origini della maison. Negli occhiali Kenzo convivono con self confidence la coolness parigina e con la easy life della California. L’anima sportiva si mescola con quella di puro lusso, per una espressione non convenzionale di sé.

Ogni occhiale Kenzo diventa così una creazione inaspettata ed eclettica, dall’aspetto gioioso ed irriverente che in perfetta sintonia con il sentire contemporaneo, propone una moda unisex.

 

Costante il gioco di avanguardia e richiami al passato del brand: forme classiche e vintage come il cat eye, ad esempio, partono dai più classici stilemi della maison (il logo KENZO su asta in metallo ispirato alla firma del suo fondatore giapponese, Kenzo Takada) per tuffarsi in una totale revisione avanguardista attraverso la ricerca di materiali davvero imprevedibili (metallo opachi, frontali tuttolente, …).

 

Molto unica anche la visione del duo creativo che guida la maison e che vale anche negli occhiali vista e sole: “Per Kenzo, il lusso è sinonimo di qualità impeccabile a prezzi abbordabili”, dichiarano i creativi, “ciò implica una moda che riconcili le passerelle con la strada”. La sfida, per il brand di Lvmh, è parlare alle nuove generazioni. “Non vogliamo creare collezioni esclusivamente per le sfilate”.

 

STORIA DELLA MAISON KENZO

Il marchio Kenzo nasce negli anni 70 come punto d’incontro tra la cultura dell’Oriente e quella dell’Occidente. Kenzo Takada si afferma come stilista delle stampe divertenti, delle texture e dei fiori dal mood etnico. I suoi disegni appaiono in Vogue America, accendendo i riflettori su fantasie animalier, forme ampie e richiami alla simbologia della natura. Abiti e maglieria rivoluzionano il gusto degli anni 70 e 80: materiali e disegni tradizionali del Giappone si mescolano, senza contrasti, allo streetstyle europeo.

Una nuova fase creativa viene inaugurata nel 2003, quando al vertice dell’ufficio stile arriva Antonio Marras. Lvmh inizia poi la ricerca della strategia giusta per rilanciare Kenzo: arrivano cosi Humberto Leon e Carol Lim, i fondatori del brand Opening Ceremony, quali guru dello streetwear internazionale.

 

“Siamo stati molto espliciti quando abbiamo presentato le nostre idee per Kenzo – dichiara Carol Lim in una delle prime interviste da co-direttore creativo -. Una volta arrivati in azienda volevamo il controllo su tutto: collezioni, ispirazioni, immagine degli store, scelte di marketing, di comunicazione e digital.

I due designer guardano indietro, ai tempi dello store Jungle Jap di Takada e lavorano per recuperare l’identità iniziale del brand, rendendola però accattivante per le nuove generazioni. Tra i simboli trainanti c’è la testa della tigre, che fa capolino su celebrity come Beyoncé, Rihanna e Selena Gomez.

Carol Lim e Humberto Leon arricchiscono l’universo di Kenzo di collaborazioni trasversali. Tra le più importanti: con il regista David Lynch, il fotografo e David LaChapelle, o brand come Vans ed H&M.

Negozi